Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, al Festival “Savuci Art Experience”

16 Aprile 2018

 
 
 

 

 
 
CATANZARO – 16 APRILE 2018. “Quella messa in piedi con passione e 
determinazione dall’associazione ‘Effetto Stendhal’, presieduta da 
Francesco Scicchitano, è una iniziativa straordinaria per far conoscere 
luoghi magici dell’entroterra calabrese che rischiano di scomparire 
anche dalla sola memoria della comunità. Recuperare le  aree interne 
significa salvaguardare la storia e la ricchezza del nostro territorio”. 
E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo 
Bruno, partecipando al “Savuci Art Experience” che sabato pomeriggio ha 
riacceso le luci del borgo che ricade nel Comune di Fossato Serralta. Un 
borgo rinato grazie alle associazioni culturali – “Effetto Stendhal”, 
presieduta da Francesco Scicchitano e “Il Mantello” guidata da Lucio 
Bramato, che nel 2014 hanno partecipato ad un bando del Comune di 
Fossato Serralta per l’assegnazione di case con lo scopo di ripopolare 
questo splendido angolo di storia e natura ai piedi della Sila. Il bando 
era finalizzato a creare turismo e attività culturali ha permesso ai 
sodalizi “Effetto Stendhal” e “Il Mantello” di affrontare un intenso 
percorso di lavoro volto alla riqualificazione di Savuci. “A Francesco 
Scicchitano, alla sua compagna Rosa Rumolo, all’amministrazione comunale 
di Fossato qui rappresentata dall’assessore Barbara Dornetta, a 
Giancarlo Riccelli leader degli Arangara, e a tutti quelli che 
espongono, partecipano e hanno reso possibile il perseguimento di questo 
importante obiettivo – ha detto ancora il presidente Bruno – un sentito 
ringraziamento dal mondo delle istituzioni che da questo attivismo viene 
stimolato positivamente a fare meglio nella direzione della promozione 
della cultura, vero volano di sviluppo di un territorio ricco di storia 
e bellezza”.
L’evento del 14 aprile ha registrato la partecipazione di diversi 
artisti e artigiani provenenti da molte regioni, dalle dieci del 
mattino. Presenti stand enogastronomici e diverse attrattive. Ogni 
particolare dell’evento è stato curato nei dettagli, dal servizio 
navetta per il trasporto del pubblico al fine di renderne agevole 
l’afflusso fino alle esibizioni artistiche in programma; tra questi il 
ricco provamma ha previsto seminari di yoga, esibizioni di corpi di 
ballo, una ricca mostra di artigianato, uno spazio di video arte, street 
art live painting  e una esibizione musicale dei gruppi dal Salento. 
L’evento è stato chiuso in bellezza dal concerto del gruppo “Arangara”.