08 Novembre 2017 - Gli otto dipendenti part time firmano il contratto per l’incremento delle ore di lavoro settimanali da 18 a 32: il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha mantenuto l’impegno assunto

 
 
 
 
CATANZARO – 8 NOVEMBRE 2017. Aspettavano questo momento da oltre dieci 
anni. L’impegno assunto nei mesi scorsi dal presidente della Provincia 
di Catanzaro, Enzo Bruno, diventa realtà: gli otto dipendenti in 
servizio part-time, impiegati con funzioni di responsabilità in settori 
strategici come Avvocatura e Bilancio, incrementeranno il proprio orario 
di lavoro da 18 a 32 ore settimanali. L’Amministrazione provinciale di 
Catanzaro guidata da Bruno, nonostante le tante difficoltà economiche 
registrate dopo l’entrata in vigore della legge 56/2014 e della legge 
Finanziaria 190/2015, con enormi sforzi decide di investire sul proprio 
personale.
Questa mattina - alla presenza oltre che del presidente Bruno, del vice 
presidente Marziale Battaglia, del dirigente di Ragioneria Pino Canino, 
del direttore generale Vincenzo Prenestini e dei consiglieri provinciali 
Aquila Villella e Ciccio Severino - i dipendenti interessati al 
provvedimento hanno firmato il contratto che sancisce l’incremento delle 
ore di lavoro a partire da questo mese. Una determinazione resa 
operativa in seguito all’approvazione del bilancio di previsione 2017 
che “ha voluto attribuire a questo contingente di dipendenti la dovuta 
dignità professionale, il giusto riconoscimento economico per il ruolo 
svolto in un momento così delicato della vita dell’Ente - ha affermato 
il presidente Bruno salutandoli al momento della firma del contratto -. 
In questi anni di grandi difficoltà finanziare e dopo il drastico 
ridimensionamento del numero dei dipendenti in seguito all’attuazione 
della riforma Delrio, i dipendenti in servizio part time hanno 
contribuito in maniera determinante al funzionamento della macchina 
amministrativa che non ha mai perso di efficacia ed efficienza. Per 
questo arrivare all’aumento delle ore, reso possibile grazie 
all’approvazione del bilancio, era un impegno morale da assolvere nel 
rispetto della dignità di professionisti di qualità che si sono 
impegnati senza remore per la nostra Provincia. Continueremo a fare 
tutto il possibile per migliorare e consolidare la vostra posizione – ha 
concluso il presidente Bruno rivolgendosi ai dipendenti -, ma anche a 
valorizzare tutto il nostro Personale che, con il patrimonio di 
esperienze e professionalità incrementate negli anni, rappresenta una 
risorsa a servizio del territorio provinciale”.
I dipendenti interessati hanno voluto ringraziare il presidente Bruno 
per aver mantenuto con caparbietà l’impegno assunto nei mesi scorsi, 
creando le condizioni per un provvedimento la cui adozione, alle 
condizioni economiche date, non era per nulla scontata ma rappresenta un 
riconoscimento anche per la serietà e la buona amministrazione.