03 Ottobre 2017 - Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha visitato la Comunità ministeriale per minori di Catanzaro, guidata dal direttore Massimo Martelli

CATANZARO – 3 OTTOBRE 2017. “Una realtà straordinaria in cui si 
respirano i valori autentici della solidarietà e della fraternità, 
fondamentali per sostenere i giovani entrati nel circuito penale 
minorile e indirizzarli verso una vita migliore nel solco della 
legalità”. E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di 
Catanzaro, Enzo Bruno, che questa mattina ha fatto visita alla Comunità 
ministeriale per minori di Catanzaro, guidata dal direttore Massimo 
Martelli.
Il direttore, insediatosi lo scorso novembre, accompagnato dai 
funzionari e dagli educatori, ha illustrato al presidente della 
Provincia l’intenso lavoro di programmazione e recupero svolto sino ad 
oggi, facendo conoscere la struttura nelle sue diverse articolazioni.
Una Comunità che arriva ad ospitare anche 16 giovani tra i 14 e i 25 
anni, provenienti da tutta la Calabria, nell’ambito della quale si 
costruiscono e si sviluppano azioni programmate di supporto 
socio-relazionale, di ascolto, di sviluppo socio-affettivo e di tutela, 
a favore dei minori affidati con provvedimento dell’autorità giudiziaria 
minorili.
Laboratori, aule multimediali, uno spazio dedicato allo sport, sale 
ricreative e comuni per favorire la socializzazione, attività manuali e 
intellettuali, ma anche la cura del verde di cui sono diventati 
specialisti grazie a corsi di formazione: gli ospiti della comunità sono 
protagonisti di un lavoro educativo di recupero e risocializzazione 
quotidiano a cui operatori, funzionari e volontari si dedicano con 
grande impegno e passione per favorire un proficuo inserimento nella 
società.
“Le finalità della Comunità possono essere potenziate e amplificate con 
il sostegno delle organizzazioni di volontariato ma anche con la 
collaborazione delle istituzioni pubbliche – ha affermato il presidente 
Bruno intrattenendosi con Martelli -. La Provincia di Catanzaro vuole 
sostenere questa importante realtà, magari stilando dei protocolli di 
intesa da sviluppare secondo percorsi condivisi. Dopo l’approvazione del 
bilancio, cercheremo misure idonee a supportare l’azione di recupero dei 
minori in carico alla comunità territoriale”. Nei prossimi giorni il 
presidente Bruno incontrerà anche la dottoressa Isabella Mastropasqua, 
il nuovo dirigente del Centro per la Giustizia minorile per la Calabria 
e la Basilicata.