29 Settembre 2017 - Al via con la cerimonia dell’alzabandiera il Concorso Ippico nazionale Salto ostacoli del Circuito di crescita tecnica Top

 
 
 

 

 
 
 
CATANZARO – 29 SETTEMBRE 2017. Con la solenne cerimonia 
dell’alzabandiera ha preso il via il Concorso Ippico nazionale Salto 
ostacoli del Circuito di crescita tecnica Top, evento clou della 
stagione di Equitazione che porrà ancora una volta Catanzaro alla 
ribalta nazionale nel circuito delle manifestazioni organizzate dalla 
Federazione nazionale sport equestri. La tappa che parte oggi e si 
conclude domenica 1 ottobre si svolge dopo il rinvio forzato della 
manifestazione che era in calendario lo scorso mese di agosto, a causa 
dei problemi strutturali e logistici causati dall’incendio che ha 
lambito pericolosamente il Parco della Biodiversità Mediterranea e 
creato danni alla struttura del Centro Ippico.
Ed è proprio guardando al costone che si staglia sull’impianto sportivo 
rinnovato e migliorato in molti aspetti (sono stati rifatti i campi, 
livellata la sabbia silicia e integrata, rinnovato l’impianto degli 
ostacoli) completamente divorato dalle fiamme dell’incendio dello scorso 
agosto che il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, ha 
voluto ringraziare “quanti si sono impegnati per scongiurare il peggio e 
salvare il Parco dalla furia delle fiamme e dalla cattiveria di chi 
appicca il fuoco per distruggere una struttura culturale, ambientale e 
sportiva che appartiene a tutti. A partire da sua eccellenza il prefetto 
Luisa Latella, che ha seguito la vicenda con particolare attenzione e 
apprensione, senza dimenticare nessuno: Vigili del fuoco, Carabinieri, 
Polizia, Protezione civile, Calabria Verde, Polizia municipale, i nostri 
dipendenti e il Comitato Fise Calabria. Salvare questa struttura è 
significato mantenere opportunità per la crescita culturale e sportiva 
di questa città e della Regione: poter fruire di spazi attrezzati dove 
fare sport e respirare il rispetto per la natura significa elevare la 
qualità della vita dei cittadini. Per me è un orgoglio poter realizzare 
eventi di questo tipo, grazie alla preziosa collaborazione con il 
Comitato Calabria della Fise, guidato da Roberto Cardona, superando 
anche non pochi ostacoli. E’ questo il nostro impegno – ha detto ancora 
il presidente della Provincia di Catanzaro – e l’ appello che rinnoviamo 
ancora una volta a quanti amano questo posto: aiutateci a preservarlo”.
Presenti alla cerimonia, oltre al prefetto Latella, il comandante 
provinciale dell’Arma dei carabinieri, colonnello Marco Pecci; il 
comandante del Comando Militare Esercito “Calabria”, colonnello Giovanni 
Rossitto; il comandante provinciale della Guardia di Finanza, colonnello 
Carmine Virno; il comandante della Stazione dei Carabinieri di 
Catanzaro, capitano Antonino Piccione; il consigliere regionale delegato 
allo Sport, Giovanni Nucera.
Prima di procedere con la cerimonia dell’alzabandiera, il presidente 
Bruno ha voluto consegnare un riconoscimento ad una amazzone speciale: 
Giulia Colosimo, campionessa italiana junior di salto ad ostacoli, dopo 
aver conquistato il posto più alto nel podio del campionato italiano 
Juniores assoluto 2017 svoltosi ad Arezzo. Un premio per “aver dato 
lustro a Catanzaro e alla Calabria”, e una occasione per rimarcare che 
“strutture come la Valle dei Mulini permettono a campioni come Giulia di 
allenarsi e tagliare traguardi importanti. Senza un luogo come questo 
dove allenarsi non ci sarebbero opportunità di crescere”.  Che si è 
trattato di “una estate terribile per il Parco”, lo ricorda bene il 
prefetto Latella. “Il Parco della Biodiversità è stato oggetto in più 
occasioni di episodi incendiari sicuramente dolosi – ha affermato il 
prefetto -. Sono state adottate misure importanti che continueranno ad 
essere potenziate. Dobbiamo continuare a difendere il Parco dagli 
scellerati che lo vorrebbero distruggere: questa struttura è un valore 
aggiunto per la Calabria e la Valle dei Mulini consente ai giovani di 
dedicarsi ad uno sport come l’equitazione tra i più nobili ed elevati”. 
Di “scommessa vinta” che serve da esempio per tutti come “promozione 
sportiva che mira a portare oltre che gli appassionati, tantissima gente 
e, soprattutto tanti turisti che riconoscono in questa stupenda location 
un appuntamento da non perdere”. Anche il presidente del Comitato 
regionale Fise Cardona ha voluto omaggiare la campionessa Giulia 
Colosimo di una medaglia ricordo e di un orologio. Apprezzamenti per 
l’iniziativa dal consigliere regionale delegato allo Sport, Giovanni 
Nucera che ha voluto evidenziare “l’importanza di creare una rete 
istituzionale capace di supportare le istanze territoriali meritorie 
come quelle che intendono promuovere lo sport. Lo sport è cultura”.
La manifestazione sportiva che si concluderà domenica ha registrato 
l’iscrizione di oltre cento cavalieri e amazzoni provenienti da tutte le 
regioni del Centro Sud (Puglia, Sicilia, Campania, Basilicata e Lazio).