11 Novembre 2017 - Anche quest’anno la Fondazione Agnelli premia gli istituti superiori della provincia di Catanzaro.

CATANZARO – 11 NOVEMBRE 2017. Anche quest’anno la Fondazione Agnelli 
premia gli istituti superiori della provincia di Catanzaro. Eduscopio, 
l’atlante delle migliori scuole superiori d’Italia elaborato dalla 
Fondazione Agnelli - tenendo conto di parametri come numero di esami 
sostenuti e media dei voti e gli esiti occupazionali -  colloca per il 
terzo anno consecutivo l’Istituto “Gimaldi-Pacioli” al primo posto tra 
gli istituti tecnici del settore economico; importante è il risultato 
dell’istituto superiore “Enzo Ferrari” di Chiaravalle centrale che ha 
avuto il migliore indice per quanto riguarda la media voti universitari 
e crediti ottenuti con il ragguardevole dato del 72,2 per cento; e 
quindi il liceo scientifico di Sersale che raggiunge il punteggio di 
64,67 per cento.
Dal presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, arrivano le 
congratulazioni per gli importanti risultati raggiunti ai dirigenti 
scolastici, al corpo docente e agli operatori scolastici che “con il 
proprio impegno e la propria passione continuano a garantire il 
raggiungimento di ottimi livelli di preparazione e formazione culturale 
e umana, e di prospettive per il futuro orientando al meglio gli 
studenti sia all’Università che al mondo del lavoro. Ai complimenti per 
il “podio” nella graduatoria della Fondazione Agnelli – aggiunge il 
presidente Bruno – si aggiungono i ringraziamenti per il prestigio che 
questi importanti obiettivi raggiunti estendono alla Provincia di 
Catanzaro. Dal canto nostro continueremo a supportare il mondo della 
scuola investendo e attenzionando le esigenze di studenti e docenti, 
garantendo lo svolgimento delle lezioni e l’esercizio del diritto allo 
studio dei nostri ragazzi in ambienti sicuri. Continueremo ad 
intervenire a supporto delle scuole di competenza a partire dalla 
risoluzione delle problematiche connesse all’edilizia scolastica che per 
il nostro Ente, anche in questi ultimi anni di grandi difficoltà 
economiche, è stata sempre una priorità. Abbiamo sempre fronteggiato con 
grande senso di responsabilità le problematiche relative alla sicurezza 
negli istituti di nostra competenza, mantenendo alta l’attenzione anche 
sulla garanzia del diritto allo studio agli studenti diversamente abili: 
per il trasporto e assistenza abbiamo anticipato risorse importanti, e 
mantenuto alti i livelli di assistenza tanto da incrementare i fondi a 
disposizione e assicurare l’avvio del servizio dal primo giorno di 
scuola. E’ stata, quindi, una grande soddisfazione – conclude il 
presidente Bruno – poter garantire nel bilancio di previsione di 
quest’anno quasi di cinque milioni di euro per l’edilizia scolastica, un 
impegno economico che ci consentirà anche di rinnovare e acquistare 
arredi e quanto necessario per incrementare la qualità dei servizi 
correlati all’esercizio del diritto allo studio: solo la scuola, con la 
formazione e la cultura, può fornire gli strumenti ai giovani per 
diventare cittadini consapevoli e attenti, la classe dirigente 
illuminata di cui il Paese ha bisogno”.